Rancia VerdeBlu

“Nessun bacio dato a un bambino è mai perso, nessuna manifestazione di gioia, nessun gesto di rassicurazione, nessuna canzone, nessuna fiaba, niente andrà perso. Sono le parti di quel tutto che lui diventerà”.

In questa poesia l’essenza del lavoro di RanciaVerdeBlu, la divisione di Compagnia della Rancia che si occupa di teatro per bambini e ragazzi. Il teatro ragazzi non è un teatro “minore”, anzi, le produzioni dedicate ai più giovani sono piene di originalità, costante ricerca e dialogo con gli spettatori. E i bambini non sono un pubblico facile da conquistare: non fingono, leggono nella performance a diversi livelli, con loro non si può improvvisare. Bambini oggi, spettatori adulti, consapevoli e appassionati domani.

Quindi, prestare loro l’attenzione che gli dobbiamo dedicandogli la nostra creatività è certamente un’assunzione di responsabilità ma è anche l’investimento più sicuro che la cultura possa fare. Essere educati al teatro significa anche acquisire consapevolezza del valore dei mestieri creativi e riconoscere il valore dello spettacolo dal vivo.

Da qui il profondo impegno ad organizzare, ormai da diversi anni la rassegna “A teatro con mamma e papà” prima al Teatro Vaccaj, poi dopo l’incendio del 2008, all’Auditorium San Giacomo e al Teatro Don Bosco, con delle matinée dedicate agli istituti scolastici della provincia, sempre più attenti alla funzione educativa del teatro. Nel 2018 la stagione ragazzi torna al Teatro Vaccaj e questa volta sarà ancora più emozionante perché per molti piccoli spettatori sarà la prima volta al Teatro Vaccaj!
Negli ultimi 5 anni la rassegna si è radicata in modo crescente sul territorio, coinvolgendo ogni stagione più di 1000 bambini e stringendo importanti rapporti di collaborazione con prestigiose compagnie specializzate nel teatro ragazzi, presentando ogni anno spettacoli originali di alta qualità con l’unico scopo di emozionare il pubblico di piccoli dai 5 ai 105 anni!

Non sono poi mancati i progetti di educazione alla lettura, i laboratori di animazione teatrale e costruzione di burattini e la produzione di spettacoli originali che spaziano dai burattini, al musical passando per la favola musicale, grazie all’esperienza trentennale di Ada Borgiani, diplomata all’Accademia di Belle Arti e specializzata in Tecniche dell’Animazione e nelle attività di animazione teatrale.

SPETTACOLI PRODOTTI

PINOCCHIO – STORIA DI UN BURATTINO

Adattamenti e regia Ada Borgiani
Decorazione fondali e pupazzi Carla Accoramboni
Musiche Aldo Passarini

Il magico mondo dei burattini fa rivivere una favola senza tempo che da sempre appassiona generazioni di grandi e piccini: Pinocchio, il burattino impertinente e disobbediente, ma dal cuore grande, nato dalla penna di Collodi. Si racconta con ritmo e semplicità di quando Mastro Ciliegia trova un pezzo di legno che piange e ride come un bambino e lo regala al suo amico Geppetto, di come questi lo trasformi in un meraviglioso burattino che sa ballare, tirar di scherma e fare grandi acrobazie; delle sue trasformazioni e delle burrascose avventure in cui Pinocchio, vera birba matricolata, si caccia: “non mi serve niente io so far da me, sono libero, per un burattino basta che si fa vita facile, cerco per il mondo quel che servirà con la libertà, un po’ d’allegria, per la vita mia… mi basta così”.
I bambini ritroveranno il Grillo Parlante, il Gatto e la Volpe, la Fata dai Capelli Turchini e gli altri leggendari personaggi che, tra momenti divertenti ed emozionanti, accompagneranno Pinocchio verso la realizzazione del suo desiderio più grande!

FIABE POPOLARI

Testo e Figure Ada Borgiani, Ludovica Benadduci
Musiche Aldo Passarini

Tratte dalla raccolta di “Fiabe Italiane” di Italo Calvino, in Fiabe Popolari si ritrovano gli elementi originari delle più grandi e famose fiabe antiche – sia regionali che internazionali – con un’attenzione particolare alle tradizioni e alle radici. I bambini potranno seguire con grande partecipazione le vicende di Peppinello, il ragazzo che doveva cercare il Diavolo, di Pitichì e l’Orco e di Cicella, la fanciulla costretta a trasportare l’acqua con un cestello, fino al delizioso finale con Gallo Cristallo, un intreccio di fiaba-filastrocca così carico di ritmo e musicalità da trasformarsi in un ritornello che resta in mente che tutti finiscono col cantare insieme ai burattini: “Gallo Cristallo, Gallina Cristallina, Oca contessa, Anatra badessa, Uccellino Cardellino si va subito alle nozze di Pollicino”.

W MOZART – BURATTINI ALL’OPERA

Adattamenti e regia Ada Borgiani
Decorazione fondali e pupazzi Carla Accoramboni
Musiche Mozart/da Mozart – elaborazioni di Aldo Passarini
Arie cantate da Emanuele Ferrarini (baritono), Federica Gennaro (soprano),
Manuele Marotti (tenore), Silvia Marucci (soprano), Gilberto Montali (basso)

Le opere teatrali che abbiamo deciso di raccontare attraverso i burattini, per singolare coincidenza, sono la prima e l’ultima che Wolfang Amadeus Mozart scrisse, applicando il suo prodigioso talento musicale a racconti mitici e leggendari. I Burattini all’Opera hanno inizio con la storia di Bastiano e Bastiana, musicata da Mozart quando aveva solo 12 anni: Bastiana, giovane pastorella dal cuore infranto, teme che il suo innamorato, Bastiano, non la ami più, attratto invece da una bellissima e misteriosa Signora del Castello. Colas, l’indovino del villaggio, al suono della zampogna e con l’aiuto di un elemento magico, ma soprattutto grazie a buonsenso e astuzia, restituirà la felicità ai due giovani innamorati. Dalle atmosfere bucoliche si passa quindi al Flauto Magico con Astrifiammante, la Regina della Notte, e Sarastro, depositario della Luce, di Tamino, il principe eroe, e Papagheno, uomo-uccello, eroe suo malgrado: anche in questo caso, superati i percorsi più tortuosi e difficili, com’è tradizione nelle fiabe trionfano l’amore e la felicità. Gran finale con una allegra e vivacissima sfilata dei personaggi mozartiani che proporranno le arie più famose adattate per essere conosciute e cantate anche dai più piccoli.

MUREL SENTE TUTTO

Progetto di educazione all’ascolto attraverso l’animazione teatrale
Adattamento Ada Borgiani

Chi è Murel? Murel è un folletto del Teatro che proviene da quell’antico mondo popolare pervaso di essere misteriosi e solo chi crede nelle favole lo può scoprire … perché Murel ama moltissimo ascoltare le fiabe e potrebbe comparire dove c’è qualcuno che le racconta! Per questo motivo abbiamo ricreato un “posticino” davvero speciale da dedicare ai bambini perché possano scoprire il piacere di ascoltare chi legge loro, in modo coinvolgente, storie, fiabe, favole e racconti. Un’esperienza di attenzione all’ascolto che – attraverso la tecnica della lettura espressiva e dei pupazzi di animazione – riserva ai bambini una vera sorpresa. 

FEDERICO E WANDA

Testo, scenografia e regia Ada Borgiani
Musiche Aldo Passarini
Coreografie Sara Broglia
Costumi Sartoria Tul.Ma
Figure Carla Accoramboni
Aiuto regia Chiara Menichelli
Voci canzoni gatti Silvia Marucci e Oscar Genovese
Con Lorenzo Filoni, Nazareno Paparoni, Emma Ray Rieti

Un piccolo terrazzo nascosto fra i tetti è uno scenario che diventa surreale nel momento in cui viene scelto da un barbone per portarci la propria residenza. Federico, questo è il suo nome, è un vecchio attore che trova qui la sua serenità in una singolare organizzazione quotidiana, in compagnia delle sue letture e degli animali, legittimi inquilini dei tetti. Fra questi spiccano Romeo e Dolores, gatti co-protagonisti che si corteggiano. Dalla finestra di un abbaino si scopre un’altra esistenza, quella pacifica e apparentemente serena della signorina Wanda, impiegata in pensione alla quale non manca proprio nulla, al punto tale che con i suoi rifiuti Federico ci vive. Infatti ogni giorno egli trova nel suo sacco dell’immondizia qualcosa di buono per sé. Quindi lui sa di lei, ma lei non sa di lui e le loro vite scorrono tranquillamente fino al giorno in cui si rompe l’antenna della televisione e allora…
In un susseguirsi di canzoni, prove di recitazione, danze, giochi di magia e animazioni si snoda uno spettacolo pieno di trovate ed emozioni che incanterà piccoli e grandi e insegnerà che, in fondo, l’amore non ha età.

PIERINO E IL LUPO

Fiaba musicale di Sergej Prokof’ev
Animazione pupazzi Alessia Ancillai, Alice Capitolo, Lorenzo Filoni, Chiara Menichelli
Progetto musicale Aldo Passarini
Regia Ada Borgiani

Pierino e il Lupo è uno dei capolavori della letteratura musicale novecentesca; è una metafora del bisogno di crescere e affrontare il mondo per trovare il proprio posto nella vita: non da soli, ma con l’aiuto degli amici, della famiglia e perché no, con un pizzico di fortuna. Lo spettacolo nasce con l’intento di avvicinare i bambini alla musica classica, in maniera graduale e grazie alla perfetta fusione tra parole e musica. La particolarità di questa fiaba sta nell’intelligenza del compositore di associare magistralmente ogni strumento musicale a ciascun personaggio. La sua bravura è quella di cogliere le caratteristiche principali dei protagonisti e di renderle “udibili” grazie al diverso timbro dei vari strumenti. Il violino è Pierino, il flauto è l’uccellino, l’oboe è l’anatra, il clarinetto è il gatto, il fagotto è il nonno, il corno è il lupo e le percussioni sono lo sparo dei fucili.

CENERENTOLA
commedia musicale per bambini tratta dalla favola di Charles Perrault
con Alessia Ancillai, Alice Capitolo, Lorenzo Filoni, Chiara Menichelli, Federica Noè, Emma Ray Rieti
adattamento Saverio Marconi – musiche Aldo Passarini – liriche Michele Renzullo
coreografie Ilaria Battaglioni
regia Ada Borgiani su regia originale di Saverio Marconi

Cenerentola, La Fata, la Matrigna, le Sorellastre, il Principe, sono personaggi cari al nostro cuore: li abbiamo incontrati nelle nostre fantasie infantili, cercati tra le pagine dei libri e poi rivisti al cinema, attraverso le geniali invenzioni di Walt Disney. Ogni volta immagini nuove si sovrapponevano alle antiche, ora in contrasto, ora in armonia. Nel 2018 Rancia VerdeBlu riporta questi personaggi sulla scena e sarà l’occasione giusta per far avvicinare i bambini al teatro attraverso spettacoli di grande qualità, divertenti e al tempo stesso ricchi di valore. Una favola a lieto fine che, tra gli applausi, farà riflettere i piccoli spettatori: se alla fine i buoni sono premiati, i “cattivi”, forse, saranno perdonati.

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti alla Newsletter

CREDITI

Compagnia della Rancia srl
Tutti i diritti riservati

A cura dell'Ufficio Comunicazione


Sito Web:

JEF srl