CATS

Un nuovo entusiasmante progetto della Compagnia della Rancia ha debuttato in prima nazionale al Teatro Sistina di Roma il 28 ottobre 2009 ed è stato quindi in tour nei più importanti teatri italiani nelle stagioni 2009-2010 e 2010-2011: si tratta di Cats, uno dei più grandi successi teatrali di tutti i tempi per spettatori, numero di recite e incassi. Lo spettacolo viene proposto in italiano (grazie alla traduzione di Michele Renzullo e Franco Travaglio), con la regia di Saverio Marconi, la regia associata e le coreografie inedite di Daniel Ezralow, i costumi della maison Coveri e le musiche affidate a un’orchestra dal vivo di 16 elementi.
È motivo di orgoglio e prestigio – dichiara Saverio Marconi, punto di riferimento del musical in Italia – che la Really Useful Group, molto attenta nella concessione dei diritti dei propri lavori, dopo una trattativa durata 6 anni condotta in collaborazione con Lucia Ostali Mantovani, amministratore di Anfiteatro Musica e rappresentante della RUG in Italia, abbia scelto la Compagnia della Rancia per una nuova edizione di un titolo storico come Cats, fenomeno indiscusso in scena in tutto il mondo da quasi 30 anni.
Per la prima volta dunque non si è trattato di una pura traduzione – come è già accaduto in oltre 20 paesi dove è stato rappresentato nella edizione originale – bensì a un allestimento completamente nuovo di Cats, in cui spiccano le coreografie di Daniel Ezralow, che firma anche la regia associata: “Sono molto felice che mi sia stata offerta l’opportunità di lavorare a questo spettacolo. Sta prendendo forma uno show assolutamente originale dove, insieme alla straordinaria partitura scritta da Andrew Lloyd Webber, cercheremo di spiegare il rapporto strano, descritto dal bellissimo libro di Eliot, che esiste fra i gatti e gli uomini. Ci sono aspetti umani nei gatti e ci sono aspetti ‘felini’ negli uomini: soprattutto su questa particolarità sarà rivolta la nostra attenzione”.
L’ideazione dei costumi dell’edizione italiana di Cats è affidata allo stilista della maison Coveri Francesco Martini Coveri: “Quando Saverio Marconi mi ha chiamato per presentarmi il progetto, sono rimasto colpito dalla sua visione di Cats, a cui sono molto legato, perché è stato l’ultimo spettacolo che ho visto con mio zio Enrico Coveri a New York nel 1989. Questo affetto speciale e la grande energia di Saverio mi hanno spinto ad intraprendere con passione lo studio e la realizzazione dei costumi. Dopo un’approfondita ricerca sui movimenti e le espressioni del mondo felino, ho iniziato la caratterizzazione vera e propria dei costumi. Il mio
intento è quello di rendere i gatti vivi, contemporanei, ma soprattutto unici”.
Alcuni brani di “Cats” sono stati presentati, per la prima volta in edizione italiana, in anteprima assoluta il 25 settembre 2009, nel simbolo di Roma più famoso e riconosciuto in tutto il mondo: il Colosseo.

Basato sul libro di T. S. Eliot “Old Possum’s Book Of Practical Cats”, lo spettacolo mette in scena i racconti dei Jellicle Cats, 25 gatti – dispettosi, golosi, raffinati, magici, sensuali – che senza dubbio a Roma si troverebbero a proprio agio: nella Capitale vivono infatti oltre 300.000 gatti, che possono essere giustamente considerati cittadini a pieno titolo; una delibera regionale stabilisce che un gruppo di oltre 5 gatti costituisce una colonia nell’habitat naturale urbano, protetta dalla legge e gli animali hanno così diritto a cibo, riparo e protezione, oltre a non poter essere allontanati.
È stato quindi naturale per la Compagnia della Rancia decidere di presentare ufficialmente il cast italiano di “Cats” al Colosseo: non solo la cornice più adatta, ma anche quella più prestigiosa per lo spettacolo-evento della stagione 2009/2010. Grazie alle traduzioni (dopo più di dieci versioni in altre lingue) tutto il pubblico italiano potrà finalmente entrare nell’universo di questi gatti davvero speciali, che da quasi trent’anni, nel resto del mondo, incantano gli spettatori di ogni età. Nell’anteprima di spettacolo presentata al Colosseo sono stati svelati per la prima volta i tratti del “muso”, i costumi originali e le movenze feline dei Jellicle Cats italiani. Francesco Martini Coveri è partito dallo studio delle forme e dei costumi storici di Cats per arrivare a realizzarne di più morbidi e fluidi: rendendo allo stesso tempo i gatti più habillé e più vivi, li attualizza e caratterizza con stile pop. La creatività e l’esperienza in
campo teatrale di Zaira De Vincentiis sono state dedicate alla realizzazione di parrucche e make-up che caratterizzano ancora di più le personalità dei singoli personaggi, attraverso un complesso processo di trasformazione da “umano” a “gatto”. Nuova ambientazione, carica di suggestioni, per la scenografia disegnata da Gabriele Moreschi: i gatti Jellicle italiani si incontreranno nella discarica vicino ad un vecchio luna park.
Il processo di selezione dei performer che danno vita ai gatti più famosi del mondo ha richiesto due mesi: oltre 800 candidati provenienti da tutta Italia (ma anche dall’estero) sono stati esaminati, in primavera, alle audizioni di Milano, Roma e Napoli, alla ricerca dell’ampia gamma di caratteristiche vocali e interpretative richieste dalla partitura di Webber e di tecnica ed espressività proprie di danzatori di altissima preparazione. “Il livello artistico che abbiamo riscontrato durante le audizioni ci dà il segno di quanta strada si sia fatta in Italia in questi anni.” – dichiara Marconi – “Quando abbiamo iniziato l’avventura del musical nel 1988, era estremamente difficile che un artista eccellesse in tutte le discipline: il cast che abbiamo scelto per Cats ci riempie invece di soddisfazione, per la completezza e l’indiscutibile talento di quelli che senza ombra di dubbio oggi possiamo chiamare veri performer”.
Saverio Marconi, in collaborazione con Daniel Ezralow, firma la nuova regia che interpreta l’incontro dei Jellicle come una grande festa: nella notte più speciale dell’anno, infatti, essi si riuniscono per conoscere il gatto che avrà il privilegio di salire verso il “Dolce Aldilà” (Heavyside Layer) per rinascere così a nuova vita.
Questa volta, in via eccezionale, hanno invitato anche gli umani alla festa, per far conoscere loro quanto i gatti siano animali particolari ed abbiano una visione del mondo unica: ascoltandone i racconti e condividendone le emozioni, il pubblico italiano potrà così comprendere appieno quanti aspetti umani ci sono nei gatti e quanti aspetti “felini” negli uomini. Per dirla con Eliot, “ricordatevi che un gatto non è un cane“.

Video promo dello spettacolo

Show-case al Colosseo

CAST & RUOLI

Musica Andrew Lloyd Webber
Tratto dal libro Old Possum’s Book Of Practical Cats di T. S. Eliot
Traduzione Michele Renzullo Adattamento Saverio Marconi Liriche Franco Travaglio
Regia Saverio Marconi

con
Giulia Ottonello – Azzurra Adinolfi – Federica Baldi – Gianluca Ciatti
Cristian Ruiz – Roberto Colombo – Simone De Rose – Tiziano Edini
Luca Spadaro – Stefania Fratepietro – Silvana Isolani – Alessandro Lanzillotti
Jacopo Magistrelli – Roberta Miolla – Fabio Monti – Giuseppe Galizia
Michele Renzullo – Alessandro Neri – Massimiliano Pironti – Salvatore Marchione
Maria Silvia Roli – Andrea Rossi – Laura Safina – Silvia Contenti
Loredana Sartori – Floriana Monici – Chiara Vecchi – Denise Brambillasca
Andrea Verzicco – Giuseppe Verzicco – Luca Giacomelli – Chiara Vinci

Scene Gabriele Moreschi Costumi Enrico Coveri Make-up Design Zaira de Vincentiis
Supervisione musicale Simone Manfredini Direzione musicale Enrico Arias  Direzione d’orchestra Vincenzo Latorre
Disegno luci Valerio Tiberi Disegno fonico Enrico Porcelli Assistente coreografo Michael Peňa
Coreografie e regia associata Daniel Ezralow

Prodotto per conto di The Really Useful Group, Londra su licenza di Anfiteatro Musica

DATE SPETTACOLO

Data Città Teatro Mappa Ticket

GALLERY

seguici su

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti alla Newsletter

CREDITI

Compagnia della Rancia srl
Tutti i diritti riservati

A cura dell'Ufficio Comunicazione


Sito Web:

JEF srl